Dott. G. Carriere | Ortopedia Bologna, chirurgia della mano Bologna, chirurgia del piede Bologna, ortopedia e chirurgia della mano e del piede Foggia

Le tue domande

fammi una domanda
 
Data: 01/08/2017
Nome: Luigi
 
Domanda
Buongiorno Dottore. Per paura di un tumore gigantocellulare (che ha colpito mio fratello, nella stessa sede)ho eseguito a luglio un rx del polso destro, per via di indolenzimenti a giorni alterni e/o dopo sforzi fisici col polso, che si protraggono all'avambraccio( ho anche delle ernie cervicali). Il referto è tutto regolare, tranne delle "alcune formazioni similcistiche a carico del semilunare". Ho già prenotato una visita ortopedica (gennaio 2018....), ma vorrei sapere come La pensa. Grazie per l'interessamento, cordialissimi saluti.
Risposta
E' difficile giudicare senza documentazione visiva, sia del polso che dell'rx, non dovrebbe essere nulla di grave, se non una pre-artrosi del polso con degenerazione del semilunare. Cordialmente.
 
Data: 12/07/2017
Nome: MARIALUCE BONGIOVANNI
 
Domanda
gentile dottore,
a seguito di una tumefazione al dito apparsa circa 3mesi fa ho eseguito un'ecografia dalla quale è emersa una massa solida ipoecogena e il sospetto di un tumore benigno alla guaina tendinea. Essendo a ridosso delle vacanze estive non so come comportarmi e, soprattutto, non riesco a valutare l'urgenza di un'eventuale intervento. Attualmente attorno alla tumefazione si è sviluppata un'infiammazione e la zona è rossastra. Lei che dice...posso aspettare settembre per una sua valutazione o è opportuno procedere immediatamente? la ringrazio.
Risposta
IO UNA VISITINA, ANCHE PER TRANQUILLIZZARSI, LA FAREI LO STESSO, NON DA ME CHE ANDRO' IN VACANZA A BREVE.
CORDIALMENTE DOTTOR GAETANO CARRIERE
 
Data: 07/06/2017
Nome: Barbara
 
Domanda
Gentile dottore,52 anni, lavoro pesante, già' da ragazza artrosi lombo sacrale e seria al rachide, in seguito epicondiliti al gomito dx, spalla e scapola dx già' indagate mi svegliano la notte.
2 anni fa distorsione o tendinite al polso e pollice .
15 giorni fa mi faceva un po 'male tutto il palmo ma molto aprire il pollice finche' la 1 delle 2 falangi la fletto ma non la alzo, forzare causa dolore, sto curando con argilla e pomate, fatta una seduta osteopatia e una risonanza che non scrive nulla della falange ma modeste note artistiche trapezio-metacarp.le e DISI del semilunare.Usando solo la mano sinistra adesso ho il collo duro e rumoroso.Una ecografia ,sempre mano, dx fatta da amico, non ho il CD, segnala davvero tante calcificazioni anche grosse nei tessuti, vorrei sapere se si possono rimuovere chirurgicamente o in artroscopia,da muscoli e palmo intendo.
Ho letto che l'infiammazione viene perpetuata dalla presenza di queste calcificazioni un circolo vizioso , potrebbe essermi utile venire da lei ? io non ho una diagnosi certa al momento per la mano, sono limitata anche nel quotidiano, per la spalla il mio medico e' convinto derivi dalla cervicale, ma io non ho fatto RX rachide perché van prescritti da uno specialista in base al suo sospetto diagnostico insomma credo mi serva un ortopedico che conosca i tanti pezzi del puzzle e mi indirizzi sul da farsi, al di la' della possibilità' di rimuovere gli ospiti della mano....
Grazie per l'attenzione
Risposta
Le patologie in atto sono diverse, tutte di natura ortopedica le calcificazioni della mano si vedrebbero bene nella RMN, non vorrei che la diagnosi dell'amico sia un po' esagerata. Farei una visita per cominciare a curare qualcosa. Il dolore alla spalla è della spalla e non del rachide cervicale, smetta di fare esami e tenti di curarsi.
 
Data: 06/06/2017
Nome: Paolo
 
Domanda
Egregio Dottore, da circa due mesi ho iniziato ad avere dolore al primo dito mano sin, in particolare all'articolazione interfalangea distale nell'estensione (con sensazione di scatto) e non nella flessione. Effettuata una radiografia non si è evidenziato nulla. La RM eseguita in seguito ha posto in evidenza a "livello dell'epifisi distale del secondo osso metarcapale si apprezza immagine rotondeggiante di 6 mm ipointensa in T1 e iperintensa in T2 compatibile in prima ipotesi con cisti ossea. Modesta falda fluida articolare in sede radio carpica e nella capsula articolare piramidale-pisiforme." Esiste una terapia medica o è necessario solo l'intervento? Grazie, cordiali saluti.
Risposta
Sono due patologie differenti, sarebbe opportuno fare una visita da uno specialista per capire meglio che cosa è questa cisti, del secondo metacarpale ?
Poi farà vedere anche il pollice a scatto che può essere curato con tecarterapia.
 
Data: 20/05/2017
Nome: Sofia
 
Domanda
Buongiorno dottore,
Da 4 anni mi fa male il polso destro, facevo pallamano, e kick boxing quindi la sforzavo abbastanza.
Ultimamente questo dolore é insopportabile (sopratutto al flessionarla) quindi ho deciso di visitare altri specialisti visto che prima non avevo nessuna diagnosi chiara perche non mi ero fatta mai la risonanza. (settimana scorsa me la sono fatta)
Oggi mi hanno dato i risultati della RM : "L'indagine non documenta focali lesioni osteocondrali.
Assenza di edema intraspongioso dei segmenti ossei. Appare lievemente disomogeneo il legamento scafo-lunato ma senza interruzione, in assenza di dissociazione scafo-lunata. L'indagine evidenzia la presenza di raccolta fluida polilobata sul comparto dorsale del carpo, all'altezza del capitato e dell'uncitato, e tra semilunare e capitato, localizzata tra il piano osseo ed il piano dei tendini estensori, riferibile a ganglio cistico sinoviale di verosimile origine articolare. Assenza di versamento nelle guaine tendinee."
Vorrei chiedere cos'é..e cosa si potrebbe fare per soluzinarlo?
Grazie mille in anticipo
Risposta
Da come viene descritto, si tratta di una cisti a provenienza articolare, per risolvere bisognerebbe fare un intervento chirurgico.
Cordialmente
 
Data: 12/05/2017
Nome: NIcoletta
 
Domanda
Buongiorno, da un po' di tempo (circa 20 giorni) sento un dolore al gomito destro che si irradia al muscolo e scende verso la mano, soprattutto quando sollevo dei pesi con il palmo della mano rivolto verso l'alto. Secondo lei cosa potrebbe essere? Devo eseguire qualche esame particolare prima di fare una visita ortopedica?
Volevo cercare di evitare di andare in Pronto soccorso e magari fare tutto a pagamento.
In attesa di una Sua risposta Le porgo i miei più cordiali saluti.
Nicoletta
Risposta
Potrebbe essere un epicondilite o una epitrocleite in base al dolore se è mediale o laterale.
Cordialmente Dottor Gaetano Carriere
 
Data: 14/04/2017
Nome: Francesca Zennaro
 
Domanda
Buongiorno, da circa 1 mese e mezzo soffro di un dolore associato a gonfiore tra le articolazioni del 3° e 4° dito della mano sx.
A seguito di un'ecografia mi è stata diagnosticata una sinovite.
Su suggerimento del medico di base ho iniziato terapia con laser e manipolazione della zona interessata ma alla 3^ seduta ho interrotto il trattamento in quanto oltre a non riscontrare miglioramenti, sono aumentati il dolore ed il gonfiore.
Aggiungo che sono mancina e mi è difficile non utilizzare la mano nel quotidiano.
La ringrazio anticipatamente dell'attenzione
Francesca Zennaro
Risposta
Potrebbe trattarsi di una cisti tendinea.
Cordialmente Dottor Gaetano Carriere
 
Data: 03/04/2017
Nome: barbara boni
 
Domanda
buongiorno soffro di dolore al pollice anche a riposo ho fatto una radiografia ed oggi ho ritirato il referto nel quale c'è scritto £discreta rizartrosi caratterizzata da sclerosi dei capi articolari,formazioni geodiche subcondrali,riduzione della rima articolare e piccole calcificazioni adiacenti,note artrosiche locoregionali" ho 45 anni vorrei chiederle gentilmente se mi aspetta l'intervento ,se si tornerò ad usare la mano come prima grazie mille Barbara
Risposta
Gli interventi attuali sono proprio per le persone più giovani, se ben trattata ritornerà tranquillamente ad usare la sua mano.
 
Data: 17/02/2017
Nome: Iuri
 
Domanda
Gentile dottore,
2 mesi fa a causa di numerose cadute in montagna con lo snowboard ho accusato dolore e gonfiore al polso sx.
Nonostante 2 settimane di oki e una puntura di cortisone nel lato ulcarpica del lato radiale dove era presente illuminazione dolore premendo con il dito il fastido alzando pesi rimane, potrebbe esserci qualche rottura legamentosa di cartilagine triangolare?
Risposta
Forse dovrebbe fare una RMN del polso, per valutare eventuali lesioni. Non è facile fare previsioni senza visitare e valutare da dove deriva il dolore ed in quali movimenti. Cordialmente Dottor Gaetano Carriere
 
Data: 18/01/2017
Nome: renato
 
Domanda
mia moglie ha dolore e rigonfiamenti alle dita delle mani . ha fatto una RX e un controllo presso la struttura di reumatologia di Alessandria , dott.ssa rossi Paola che ha diagnosticato una artrosi erosiva alle mani EO: noduli Heberden e Bouchard alle mani. terapia consigliata fisioterapia e tachipirina .
nessun risultato e malattia in evidente progresso. ci sono alternative terapeutiche visto il persistere del dolore e la deformazione alle giunture delle dita.grazie piras renato
Risposta
Bisogna curare l'alimentazione, eliminare i cibi tendenzialmente acidificanti come i pomodori. Ed integrare la dieta con antiossidanti ed antinfiammatori, curcuma e miglio bruno.
Cordialmente Dottor G. Carriere
 
 1  2  3  4 
ND web design Bologna
realizzazione siti web